30.11.11

Sora&Dintorni in edicola oggi con il supplemento sullo sport

Sora&Dintorni è arrivato in edicola oggi con il supplemento sullo sport. In tutto 10 pagine con ben tre pagine dedicate al Virtus Broccostella con tutto il settore giovanile e all’Asd “Vivi Sora” del duo Catallo-Vinci e con la squadra femminile del Calcio a 5. Il foglio viene distribuito in alcune edicole di Sora e Broccostella. La pagina principale dell’Aperiodico riporta l’intervista anonima di un cittadino sorano che ha fatto campagna elettorale per un candidato alle elezioni comunali che è diventato poi consigliere ma che ha abbandonato il suo elettore e sostenitore. Disoccupato ha cercato un aiuto ma si è ritrovato “sedotto e abbandonato” dopo il voto. Sora&Dintorni lo ha intervistato. “Mi sono attivato, mi sono fatto in quattro, ho messo a soqquadro mari e monti, mi sono attivato in tutti i modi ed ecco la ricompensa”, risponde il cittadino. 10 domande del giornalista con la conclusione, “dello squallido racconto del cittadino (disoccupato) che ha aiutato nella riuscita un consigliere”, con il famoso detto napoletano: “te l’ho promesso e mò lo pure vuoi?”
Domani 1° dicembre si vota presso il Centro Sociale Anziani, “Gnor’ Peppe” Il Centro sociale è in via Zincone aperto per tutta la giornata per il rinnovo degli organi sociali, per il Comitato di Gestione, per il Collegio di Garanzia e si sceglieranno Presidente e Vice presidente. Il centro è dedicato a Giuseppe Della Monica, dalle 9 alle 19 si potrà andare a votare per scegliere i componenti. Per il presidente e vice si potranno dare tre preferenze e una per ciascuna delle altre voci. Tre schede a disposizione, bianca, verde e gialla. Alcuni nomi che circolano e che hanno il sostegno degli iscritti: 5 sono i candidati per Presidente e Vice-presidente, i nomi sono: Gino Porretta, Antonio Facchini, Claudio Antonini, Loreta Di Passio, Giuseppe Olivieri. Per il Collegio di Garanzia ci sono 18 candidati. Alcuni nomi: Gianluigi D’Alessandro, Antonio Alviani, Antonio Romano, Santino Gemmiti e altri candidati. Per il Comitato di Gestione 16 sono i candidati: Pasquale Giannetti, Franca La Pietra, Giuseppe Lucente, Ives Conflitti e altri candidati.

Pasquale Luiso abbandona il Sora Calcio?

Pasquale Luiso abbandona il Sora Calcio? Ieri sera Luiso ha rassegnato le dimissioni. E’ il caso Sora, dimissioni arrivate di colpo ma qualcosa già era in aria. Domenica lo si intuiva allo stadio. Luiso non voleva lavorare per non retrocedere, rimase a Sora perché voleva fare un grosso campionato. Per adesso non è ancora in viaggio la società sta decidendo. Oggi si riprendono gli allenamenti e sarà importante vedere come andrà. La società è in silenzio stampa e non è chiara la situazione. Sono andati via, da domenica a ieri martedì, però ben cinque giocatori. Siamo però in calcio mercato e le partenze possono essere pure normali, arriveranno altri calciatori. Lo dice il presidente Paoloni. Notizie contrastanti che arrivano ai tifosi e domani si apre il calcio mercato che dovrebbe servire per rimpiazzare i giocatori andati via. Domenica prossima in campo ci potrebbero essere nomi nuovi per il Sora. Restano altre 21 partite e ora bisogna pensare a salvarsi. I tifosi ricordano tutti il gol di Luiso a Perugia che permise la promozione in C1, il 26 giugno 1996. Sora-Turris, dopo il gol su rigore la corsa verso la curva dei tifosi sorani. Tanti sorani a Perugia e in centro tante feste, scene di gioia e festeggiamenti anche nella città umbra.

Concita De Gregorio risponde alle polemiche di questi giorni

A Sora lo avevamo capito che c’era qualcosa di strano durante la campagna elettorale per le regionali del 2010. Anzi non fu fatta una campagna elettorale, nel centro-sinistra completamente assente. Anzi fu tutto il centro-sinistra assente. Le dichiarazioni di Concita De Gregorio hanno fatto polemiche e oggi tutti i giornali ne parlano. Questa mattina la giornalista a “Prima Pagina” risponde in diretta sulle polemiche delle elezioni del 2010 nel Lazio. “Non era una notizia ma l’opinione di un leader di un partito. A quel tempo sapevano tutti della situazione elettorale nel Lazio”. Per l’ex direttore de “L’Unità” è una opinione e non è un fatto, non è una notizia. Le opinioni si riferiscono con la conferma della persona interessata, non c’erano persone e non fa il suo nome. Ma non sono fantonie e risponde a “Europa”, il giornale del Pd, che scrive che non ha contrastato questo terribile piano segreto. La sua campagna a favore di Emma Bonino è stata però chiara e impegnativa ma non capisce la polemica e tutti questa retroscena. Sulla scuola poi risponde che: "La situazione della scuola italiana come le elezioni nel Lazio: lo vedevano tutti”. La strategia del Pd che ha voluto perdere le elezioni per aiutare Fini, che sponsorizzava la Polverini, ad uscire dal Governo Berlusconi. Nella foto Concita De Gregorio da www.dirittodicritica.com Emma Bonino risponde ai giornali che lo sapeva ma dice anche che tanti militanti si sono impegnati. Una polemica arrivata con qualche giorno in ritardo sui giornali, letta su L'Unità. I giornali ne parlano e i giornali del centrodestra criticano duramente. Per Massimo Bordin tanti danni furono fatti allora con le dichiarazioni di alcuni esponenti del Pd. La Binetti che disse mai con la Bonino. Il Frusinate che oggi sui giornali viene chiamato la "nuova Amsterdam".

29.11.11

Il Saluto di Sora a Don Domenico Del Vecchio. Domenica 27 novembre è stata celebrata una messa in ricordo di Silvio Corona

Mi scrive Gianni Fabrizio: "Ti mando l'articolo che feci per Avvenire in ricordo di don Domenico Del Vecchio. Per un ulteriore mio omaggio al parroco di S. Silvestro. Spero che ti faccia piacere. Ho visto che sei stato l'unico a segnalare l'anniversario della Sua scomparsa". Domenica 27 novembre inoltre è stata celebrata una messa in ricordo di Silvio Corona, Vigile del Fuoco Medaglia d’Oro al Valore Civile. E’ stato ricordato, a 10 anni della scomparsa, nella chiesa di San Domenico Abate alle 17. Si è spento a 77 anni. Il Saluto di Sora a Don Domenico Del Vecchio. L’omaggio di mons. Filippo Iannone e il ricordo dei vescovi Lorenzo Chiarinelli e Luca Brandolini. L'articolo è di Gianni Fabrizio: “Mons. Domenico Del Vecchio è stato un punto di riferimento importante per molti sacerdoti, come docente e negli altri uffici ricoperti nel nostro seminario, ne ha accompagnato il cammino di formazione e li ha aiutati ad irrobustire la loro vocazione. I parenti, i fratelli e i nipoti, soffrono per la scomparsa di una persona cara. E anche voi fratelli e sorelle, in modo particolare voi della comunità di S. Silvestro, che lo avete avuto come parroco per circa 7 lustri, e tanti altri fedeli, che lo hanno conosciuto, siete tristi perché siete stati privati di un padre nello spirito che ha sostenuto con la sua lunga attività sacerdotale, il vostro cammino di fede, vi ha aiutato a crescere nella comunione con il Signore”. Queste le parole, tra le altre, espresse da mons. Filippo Iannone per fare memoria di don Domenico Del Vecchio. E a lui si sono anche aggiunte le espressioni di cordoglio e di vivo ricordo dei vescovi Lorenzo Chiarinelli e Luca Brandolini con un loro messaggio. Era gremita la chiesa di S. Restituta per l’ultimo saluto a don Domenico Del Vecchio. Questa Città intera e la Diocesi che Lui ha tanto amato, Gli hanno voluto dimostrare stima, gratitudine e affetto. Don Domenico Del Vecchio si è spento, alle quattro del mattino del 23 novembre 2099, all’età di 77 anni. Era nato a S. Vincenzo Valle Roveto (L’Aquila), a pochi chilometri da Sora, il 6 luglio 1932. Molteplici le sue attività, le sue testimonianze e i suoi impegni sacerdotali fin dall’ordinazione, avvenuta il 16 marzo 1957, a Roma in S. Giovanni in Laterano. E’ stato cappellano di diverse zone: alla Valpara nella chiesetta della Madonna della Salette, a S. Vincenzo, a S. Rosalia,nella chiesa di S. Francesco, di S. Silvestro e a S. Rocco. Ha coperto l’incarico di vicerettore ed economo del Seminario, dove ha pure insegnato Lettere; assistente interdiocesano della Gioventù Femminile di Azione Cattolica. Abate – parroco a Sora di S. Silvestro Papa, dal 1966 al 2000. Cancelliere della Curia e responsabile della pagina diocesana di “Avvenire7” nel 1994. Esperto in attività musicali, suonava l’organo e la fisarmonica e fu il fondatore della Corale Polifonica di “S. Silvestro Papa”, la cui attività continua ancora oggi e che lo ha accompagnato durante la cerimonia funebre. Molto significativa ed apprezzata la sua passione di “giornalista”. Iscritto all’ordine dei “Pubblicisti”, ha fondato il mensile “Vita Parrocchiale”, che in seguito ha generato “Vita Sorana”. Vita Parrocchiale, all’inizio, era rivolta alla sola parrocchia di S. Silvestro, che è una porzione di Sora e perciò non poteva ignorare gli altri avvenimenti cittadini. Per questo vi comparve, prima timidamente, poi in forma sempre più sostanziosa la rubrica “Vita Sorana” che poi, si trasformò in una vera e propria rivista a sé. La rivista crebbe subito nelle pagine e nei contenuti. Seguitissima e sempre attenta ai problemi sociali del territorio, è stata pubblicata ininterrottamente dal 1973 al 1996. Si era rivelato un efficace mezzo di unione e di comunicazione tra la terra di origine ed i sorani all’estero, soprattutto per quelli residenti in Canada, Francia, Germania, Australia e Africa. Non c’era parte del mondo che non venisse raggiunta da almeno una copia della rivista sorana. “Arriva anche in Cina”, affermava don Domenico, soddisfatto. Con i giornalisti pubblicisti locali, collaboratori stretti e fondamentali di “Vita Sorana”: Gino Dell’Unto, Gioberto De Gregoris, Giovanni Magnone insieme all’avv. Domenico Di Passio, a Carmine Alonzi e a don Mario Zeverini, è stato l’animatore dell’ “Associazione Sorana della Stampa”. Capì subito l’importanza della comunicazione sociale e si appassionò al mondo delle radio private, fin dal loro apparire. Così dette vita a radio “So. Ra.”, Sorella Radio, che ottenne altissimi indici di ascolto, specialmente, al mattino, con il “notiziario del giorno dopo”. Proverbiali furono le trasmissioni di curiosità e di cultura , tenute in collaborazione con l’altro indimenticabile sacerdote, don Ottavio Scaccia. Molto importante e determinante fu il suo impegno con i giovani. Ebbe l’incarico di assistente ecclesiastico di attivissimi gruppi di scouts. Soprattutto è stato parte viva dell’Associazione “Fede e Lavoro”. L’Associazione , nell’ambito dell’Azione Cattolica parrocchiale di S. Silvestro, ha sempre raccolto i giovani delle popolari zone cittadine di S. Silvestro, S. Rocco e “Cancéglie”, aprendo le porte anche ai tanti altri ragazzi delle varie zone di Sora, affascinati da questa esperienza coinvolgente, fresca e nuova ed unica del suo genere. Insieme ai tanti collaboratori laici promuoveva la formazione cristiana e sociale delle decine e decine di giovani che la frequentavano. Intere generazioni di sorani si sono formate in tutti i sensi, sotto il simbolo della “Fede e Lavoro”. A rappresentarla ai funerali abbiamo notato, fra i tanti, i volti commossi di Enrico Ferri, Santino Bilancetti, Gabriele Pescosolido e dell’ex presidente del CSI circoscrizionale di Sora, Aldo Di Poce. Ancora oggi è molto vivo il ricordo, fra tantissimi adulti, uomini e donne, degli insegnamenti, della crescita e della maturazione umana, culturale, civile e cristiana, radicata in loro, in quel periodo, soprattutto tra gli anni 60 e 70, per merito di don Domenico. La “Fede e Lavoro” si è anche distinta, allora, nelle attività del calcio e del basket maschile e femminile, organizzate dal Centro Sportivo Italiano, formando atleti di valore, cittadini consapevoli ed esemplari e madri e padri maturi. Spiccata, in don Domenico, è stata la difesa e la valorizzazione della “soranità”, lui abruzzese di nascita, che viveva, respirava e difendeva quotidianamente tra la gente e con la gente. Il suo, come ha sottolineato il fratello Salvatore, nel saluto e nel ringraziamento a nome della famiglia, nella chiesa di S. Restituta gremita, al termine delle esequie, è stato un vero e proprio “mal di Sora”. Seguiva direttamente, per conto di “Vita Sorana”, al tavolo riservato alla stampa, molte sedute dei consigli comunali di Sora e ne relazionava le decisioni, con critiche e suggerimenti precisi e spesso acuti, attraverso gli editoriali, scritti sulle pagine della “sua” rivista, e letti poi anche dai microfoni della “sua” radio. Struggente e commovente anche il saluto rivoltogli da Alessandro Alonzi, a nome dei tanti giovani che Gli devono molto. ”Per molti giovani, ha detto Alessandro, sei stato padre, fratello,compagno,amico”. Il sacerdote “don Domenico”, ha testimoniato la propria vocazione di servizio con grande disponibilità, fierezza di carattere, nobiltà d’animo, semplicità e umiltà, restando sempre fedele ai principi cristiani con il contributo dell’ esempio, della sua voce alla radio, della sua penna di giornalista, della sua ricchezza umana e soprattutto con il sostegno della forza del Vangelo. Grazie, per tutto questo, don Domenico".

Verso le elezioni comunali nella città di Roma del 2013

“Uniti per Roma” è l’incontro aperto alle liste civiche che si riuniscono in Via del Torraccio di Torrenova, 15 a Roma, venerdì 16 dicembre alle 20.00. “Incontro aperto a tutte le realtà che non si sentono rappresentate dall’attuale classe politica per creare un coordinamento per le elezioni amministrative “Roma 2013”. Dettagli e locandina su http://retedeicittadini.it/2011/11/uniti-per-roma/ - Tommaso Orazi ricorda l'incontro: "Roma è nostra, non loro!” Venerdì 16 Dicembre 2011 alle ore 20:15 in Via Del Torraccio Di Torrenova, 15 a ROMA. I Primi gruppi aderenti sono: Democratici Diretti, Nuova Democrazia Europea, Partito Umanista Roma, Rete dei Cittadini, Rinnovamento Politico Italiano, Roma Città Nostra.

Il Natale a Sora, "Vivi Sora" in edizione invernale

Ieri l'Incontro con l'Autore, ospite lo scrittore e professore Marco Lodoli www.sora-verdisora.blogspot.com e oggi la presentazione delle manifestazioni del prossimo Natale 2011. "Vivi Sora", si chiamerà ancora così, anzi sarà il marchio per tutto l'anno a venire, dal 1° gennaio al 31 dicembre. Si vuole racchiudere tutto in Vivi Sora. Una cinquantina di eventi che partiranno in settimana con "Sorantiquaria" una mostra mercato dell'antiquariato e dell'arte antica con espositori provenienti da tutta Italia, dal 2 all'8 dicembre al museo civico della Media valle del Liri. Il 7 dicembre il Concerto di Natale all'Abbazia di San Domenico con il maestro Manuela Abballe e il suo coro. Quest'anno otto concerti nella rassegna di corali con due cori esterni, non di Sora. Il coro degli Alpini della Maiella e il Coro Arcum di Roma si esibiranno a Sora. Un concerto nella chiesa di Pontrinio verso la decina di dicembre. Ci sarà poi il concerto dei Cominia Gens con la loro musica popolare. Il 1° gennaio la novità del concerto di Anna Tatangelo in piazza S. Restituta. Tornerà poi il concerto della Banda musicale della Città di Sora e della Banda musicale della Città di Balsorano. L'assessore Andrea Petricca, dopo la polemica sulla stampa, parla pure di Vittorio De Sica con una punta polemica. Nel 110° anniversario della nascita del regista. Si riferisce agli eventi che partiranno a Frosinone, i cinque film che saranno proiettati nel mese di dicembre al Nestor del regista sorano che vinse quattro Oscar. "Non ci stanno scippando qualcosa, almeno spero". A Sora il 3 dicembre una giornata tutta dedicata a De Sica, il "De Sica Day" con la proiezione del film di Antonio Mantova: "Il cinema di Vittorio De Sica" "Canceglie ricorda De Sica" alle 18 all'auditorium di piazza M. Ross. Torneranno gli "Aperitivi in Musica" questa volta ci saranno pure i vini da degustare. Si presenterà il marchio De.Co con una esposizione di prodotti locali con la ciambella sorana in primo piano. La degustazione è organizzata dalle imprese sorane che la producono. "Le Chiese della Natività" con i presepi artistici esposti. Il 18 torna la Fiera organizzata da "Ambulanti Oggi". Per Andrea Petricca la filiera del centrodestra sta funzionando e la consulta del commercio sta lavorando bene ma non tutto va per il verso giusto. I Presepi artistici al museo sono in ritardo, è iniziato in ritardo l'iter organizzativo, si potranno visitare solo dal 18 dicembre, un pò tardi per alcuni espositori presenti in sala. L'associazione che li organizza dal 1° gennaio abbandonerà la manifestazione e ci sarà una nuova associazione che cambierà nome e presidente ma continuerà a collaborare con la vecchia che da 18 anni ha organizzato manifestazioni e realizzato presepi. Non ci sarà la Sfilata dei Re Magi, per adesso. Tornano poi i Presepi a Canceglie, nelle antiche cantine di via Cittadella, da cinque anni non si svolgeva più la manifestazione, ora si sono trovate una quindicine di camere e sono 20 i presepi realizzati dagli artisti locali, Porretta, Alonzi, Cordone e altri. Si dovrebbero inaugurare il giorno 8 dicembre. Saviozzi della Walt Disney ha detto che sono stati loro a far nascere a Sora a far sviluppare le manifestazioni del Natale con le botteghe a Canceglie. Sono arrivati così turisti da tutta Italia. Le luminarie si accenderanno il 2 dicembre alle 17 e quest'anno sono tutte dello stesso tipo in tutta Sora.

La nuova maggioranza si presenta a Isola del Liri

La nuova maggioranza si presenta. Il Consiglio comunale a Isola del Liri del 28 novembre 2011. La Comunicazione del sindaco - art. 46 del DLgs n. 267 del 2000 è stato il punto più importante della seduta. Sono state parole chiare quella pronunciate da Luciano Duro (foto). Il cosidetto ribaltone è stato iniziato da Vincenzo Quadrini quando è passato con l’Udc. Per il sindaco, Vincenzo Quadrini, è stato eletto, se si può dire così, assieme agli altri con la lista civica ma poi è passato col partito di Casini, un partito a Isola del Liri che sta diventando forte perché ha ora ben 700 iscritti. In sindaco in questi due anni lo si voleva mettere da parte, si voleva un sindaco e una città sotto tutela ma Duro non c’è stato a questa strategia. C’era un gruppo che si riuniva senza il sindaco e decideva la richiesta di finanziamenti. C’era un gruppo che voleva comandare. Poi c’è stata la proposta di Serapiglia componente alla Conca di Sora e successivamente la contro proposta di Marziale. La partitocrazia isolana voleva avere il sopravvento. E’ arrivata così la rottura, la divisione che sarà, come sembra, difficile da ricucire. Si è formato un nuovo gruppo trasversale per governare la città in modo completamente diverso e chiaro con i cittadini. E il primo provvedimento proposto da Paola Ottaviani, approvato è stato il punto successivo, il terzo, il “Patto dei Sindaci” per ridurre la Co2 anche a Isola del Liri. Il sindaco voleva anche dimettersi ma non lo ha fatto perché far arrivare il commissario sarebbe stato anche peggio. Ora una maggioranza esiste e bisogna governare, per il sindaco. Il gruppo di Marziale, “Patto con la città... un nuovo inizio”, si è però astenuto e l’opposizione di centrodestra del Pdl ha votato contro sul terzo punto. Ottaviani nel suo appello ha chiesto la collaborazione di tutti per il bene della città. Marziale che per tanti anni è stato capogruppo della lista di maggioranza ora passa all’opposizione ma resta capogruppo della nuova lista con Fabio Giovannone vice-capogruppo. Nel nuovo gruppo di maggioranza entra Mauro Tomaselli che rumors davano invece all’opposizione, ma non entra Costantini del Pdl. Per Tomaselli l’unico esponente del Pdl è invece proprio lui. Tomaselli, che viene criticato dal pubblico da Memmo Vitale durante il suo intervento, chiede subito un campo sportivo da realizzare per i giovani. Le previsioni della vigilia si sono così ribaltate. Il sindaco non ha ancora affidato le deleghe lo farà in seguito, c’è ancora un assessorato da dare e lo darà, come è sembrato durante il suo discorso, al 12 uomo che entrerà in maggioranza. L’assessorato da assegnare come dialogo e apertura. Per adesso ha assegnato un assessorato ad ognuno delle liste che lo appoggia, per l’opposizione. Nel suo discorso Duro ha parlato ancora della “legge marziale” che si voleva applicare in città ma non è andata bene. Ha concluso il suo discorso con: “Chi è causa del suo mal pianga se stesso”. Marziale dall’altra parte considera il nuovo esecutivo illeggittimo dal punto istituzionale, scorretto politicamete e non è morale sul piano personale. Marziale non riconosce il sindaco e non riconosce la maggioranza, ma lui eletto dal popolo per governare si considera ancora in maggioranza. Nessuno può dire diversamente e nemmeno il “consigliere Duro” può farlo, afferma.

28.11.11


L'albero piantato a Cassino è stato già rimosso

A Cassino, il gruppo consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà e l’Assessore all’Ambiente Riccardo Consales: “si dichiarano dispiaciuti e indignati per l’episodio avvenuto lo scorso fine settimana ai giardinetti dedicati a Peppino Impastato, ove è stata divelto l’albero della legalità”.

Venerdì scorso c’era stato la cerimonia con la partecipazione di Giovanni Impastato. L'albero è durato pochissimo.

Continuano dicendo che sono: ”Dispiaciuti per il significato che sentimentalmente legava l’albero alla figura di Impastato, indignati poiché, trattandosi presumibilmente di un atto di vandalismo e maleducazione, tratteggia un quadro poco edificante circa il livello culturale e civile in cui versa la nostra Città. Pensare di non poter mettere una pianta in un giardino pubblico senza il rischio di vederla sparire, ci ammonisce tutti sugli sforzi ancora da compiere per riportare Cassino nell’alveo del normale vivere civile. Inoltre allarma il fatto che le aree contigue a piazza Labriola il fine settimana diventano posti senza controllo, in cui “tutto” diventa consentito”.

I Bus Navette dirette per il palazzetto dello sport hanno viaggiato senza passeggeri. E’ andata decisamente meglio alla squadra sorana che è riuscita a rimontare lo svantaggio. Il risultato finale 3 a 2.

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora fa impazzire di gioia i 1200 spettatori del PalaGlobo “Luca Polsinelli”.

"Spettatori che, ammutoliti dopo due set di pieno dominio milanese, hanno fatto salire alto il loro urlo fino a dare la forza ai loro beniamini per rimontare e vincere l’anticipo dell’undicesima giornata. Così in diretta nazionale su SportItalia2, Marcello Piazzano ha potuto commentare la splendida vittoria al tie break della Globo ai danni della Che Banca! Milano che non ha reso per niente facile la vita agli avversari.

Allo starting players coach Gatto affida la regia del gioco sorano a capitan Super Mario Scappaticcio (foto) e la diagonale titolare torna ad essere completa con il rientro di Kay Van Dijk dagli impegni con la nazionale orange. Al centro della rete domina sempre la coppia Filippo Pagni e Daniele Moretti che oggi disputa la sua duecentisima gara in serie A, di banda invece accanto a Lorenzo Scuderi, schierato al posto dell’infortunato Enrico Libraro, c’è per la prima volta al PalaGlobo lo schiacciatore bulgaro Valentin Bratoev.

Il libero è sempre Michele Gatto. Dall’altra parte della rete mister Moretti propone Mattera al palleggio opposto a Baroti preferito a Di Manno, il capitano Insalata in coppia con Beretta al centro, Raphael Thiago e Vedovotto in posto 4 e Durante libero.

Avvio di gara sottotono per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che subisce il muro e la battuta milanese che portano subito la contesa sul 3-8.

Salgono addirittura a 8 le lunghezze di vantaggio degli ospiti sull’11-19 che porta la firma di Raphael. Coach Gatto cambia la diagonale mandando in campo Gaetano e Buzzelli per Scappaticcio e Van Dijk. Con questo nuovo assetto rosicchiano qualche punticino i locali che alla chiusura del cambio sono sul 16-22.

È brava la Che Banca! a mantenere questa distanza fino all’archiviazione del parziale, sul 18-25, con l’opposto Baroti (6 pt/set), il capitano Insalata e lo schiacciatore Vedovotto.

Stesse formazioni in campo per il secondo set che ha presentato anche lo stesso copione e lo stesso risultato del precedente parziale: 5-8 al primo technical time out, 10-16 al secondo, 14-21 alla terza rilevazione statistica e 18-25 nel finale. Sul 5-10 coach Gatto fa subentrare Lollo Gemmi a Lorenzo Scuderi ma il ritmo partita non cambia e la Che Banca! raggiunge il massimo vantaggio di 7 lunghezze del 10-17. Ottiene il cambio palla Van Dijk mandando Bratoev al servizio. Lo schiacciatore bulgaro serve subito un ace ai suoi compagni e ai suoi rivali, così mister Moretti interrompe il gioco chiamando il time out discrezionale che bloccherà l’efficienza di Valentin. Perde l’opportunità di un mini break positivo Sora e non lo ritroverà più in questo set che, nonostante un ottimo Kay in attacco e in battuta per l’ace 18-24, ha qui il suo epilogo.

Nel terzo parziale coach Gatto conferma Gemmi al posto di Scuderi e ora il game è più equilibrato con Bratoev (7 pt/set) che si mette in mostra al pari di Van Dijk (6 pt/set).

È del bulgaro infatti l’attacco del 5-5, l’ace del 7-7 e la pipe dell’8-8. Con Mattera al servizio provano i meneghini a scappare mettendo a segno un break di 4 punti per l’8-12 con Di Manno entrato per Baroti che si è infortunato alla mano destra, ma rispondono Moretti e Kay ed è di nuovo parità, 13-13. Con una difesa spettacolare di Super Mario Scappaticcio finalizzata da Van Dijk, Sora arriva al secondo stop avanti 16-15. Con Pippo Pagni e grazie a 3 errori consecutivi di Vedovotto, sostituito poi con Mercorio, la Globo allunga 20-17, ma Mattera e compagni non mollano e ancora 20-20. Chiama il secondo e ultimo tempo tecnico a sua disposizione mister Gatto e fa entrare in seconda linea Scuderi per Gemmi e inizia la scalata alla vittoria del set della Globo. Ace di Bratoev su Raphael, muro di Pippo Pagni ai danni ancora dello schiacciatore brasiliano e una pipe di Valio Bratoev, portano nelle casse di Sora ben 4 palle set, 24-20. Ne annulla due Milano ma poi ci pensa Gemmi a infrangere il muro avversario e a ridare speranza ai 1200 del PalaGlobo.

Incandescente il quarto set che sale repertorio punto a punto fino ai vantaggi e alla vittoria di Sora sul 28-26. Con l’ace di Bratoev e il toccco di seconda intenzione di Scappaticcio è 8-7 al primo time out tecnico, mentre con il reparto centrale e con Gemmi sulla rete è 16-14 al secondo. Tornano a lavorare bene a muro i meneghini mentre Sora non riesce a coprire i suoi attaccanti e in tre azioni è parità e sorpasso ospite, 20-21. Salgono in cattedra da un lato Kay Van Dijk (8 pt/set) e dall’altro Raphael (11 pt/set) e Sora si guadagna la prima palla set, 24-23. Chiama time out coach Moretti e al rientro in campo capitan Insalata annulla questa possibilità. Il primo arbitro, il signor Gini, chiama una doppia agli ospiti ma il solito Raphael vanifica anche la seconda possibilità sorana di chiudere la contesa. Van Dijk per il 26-25 e Insalata per il 26-26. Dal centro Pippo Pagni non perdona e c’è fibrillazione per la nuova possibilità che questa volta non viene sprecata dall’olandese volante, 28-26.

Tutto in piedi il PalaGlobo per un tie break che parte con Scappaticcio in battuta e finisce con Van Dijk in attacco con un 15-13 che vale tutta la gioia dei locali e il dissapore degli ospiti.

Il fondamentale decisivo è stato quello del muro con Sora autrice di ben 6 block ai danni di Milano, di cui 3 portano la firma di Pippo Pagni. Partenza a razzo per i padroni di casa che volano sul 7-3 ma al cambio di campo gli avversari avevano rosicchiato lunghezze salendo sull’8-6. Con Kay che fa il bello e il cattivo tempo (6 pt/set) è 11-8. La Che Banca! rincorre ancora e con l’ace di Raphael è sempre li, 12-12, ma diventa fallosa prima con Beretta che infrange in rete la battuta del 13-12 e poi con i 4 tocchi del 14-12. La palla del match e nelle mani del servizio sorano però la prima possibilità svanisce, ma il solito Kay Van Dijk non concede repliche decidendo di chiudere set e match.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA CHE BANCA! MILANO 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Scappaticcio (K) 1, Kay Van Dijk 30, Pagni F. 9, Moretti 8, Scuderi 3, Bratoev 16, Gatto M. (L), Gemmi 9, Gaetano, Buzzelli 1, Pagni M., Mauti n.e., Rea n.e.. I All. All. Alberto Gatto; II All. Vincenzo Porro. B/S 13, B/V 5, muri 12.

CHE BANCA! MILANO: Mattera 6, Di Manno 7, Insalata (K) 8, Beretta 9, Vedovotto 11, Mercorio 1, Durante (L), Thiago 23, Angelov, Baroti 12, Blasi, Cauteruccio (L) . I All. Luca Moretti; II All. Marco Fumagalli. B/S 21, B/V 4, muri 15.
ARBITRI: Gini Fabio, Perri Giampiero.
PARZIALI: 18-25 (’22); 18-25 (’25); 25-22 (‘31); 28-26 (’35); 15-13 (‘19).

* Sora 27 novembre 2011. Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

Un primo flop per le navette bus dirette al palazzetto dello sport

Le corse no-stop dirette dal centro cittadino al palazzetto dello sport previste per la giornata di ieri prima della partita di cartello Sora-Milano di Volley sono arrivate alle 15 in punto sono rimaste per mezz’ora parcheggiate in piazza XIII Gennaio ma sono ripartite alle 15.30 con un solo passeggero.

Un ragazzo ha deciso di aderire all’appello della società e dell’amministrazione comunale. E’ andata male per questa prima volta ma l’idea è buona ci si deve lavorare ancora molto per migliorarla. Non basta un comunicato stampa, ci vuole una buona campagna pubblicitaria.

E’ andata decisamente meglio alla squadra sorana che è riuscita a rimontare lo svantaggio iniziale. Il risultato finale 3 a 2. Quasi 1200 spettatori che hanno assistito ad una partita avvincente con la squadra di casa che ha vinto al tie break dopo aver recuperato due set.

Intanto sono nati i primi "Point Caffè Argos Volley Sora", la società mette a disposizione i gadget, i biglietti delle partite da acquistare e altri oggetti della società. Ne abbiamo visto uno in pieno centro storico lungo Corso Volsci, nel bar più vicino a piazza Indipendenza.

27.11.11

Lunedì 28 novembre 2011 alle 15 Consiglio comunale ad Isola del Liri. Sempre lunedì 28 Consiglio comunale a Sora alle 18

Luciano Duro sindaco di Isola assegnerà le deleghe, come riferiscono attenti osservatori, agli assessori già scelti la settimana scorsa, prima del prossimo consiglio comunale di lunedì 28 novembre.

Il ribaltone così chiamato anche da Gianni Scala che per due anni è stato al fianco di Luciano Duro a “lavorare sodo e ripagato col tradimento". Scala che lo ha appoggiato durante la campagna elettorale. Insieme hanno lavorato per risolvere i problemi della città e ora: "ora governeranno quelli che lo hanno criticato e bocciati dalle urne”. Scala scrive così, lui che è stato per sette anni assessore e cinque presidente del consiglio comunale, ora però passa in minoranza. Il suo lavoro continuerà. il patto con la città andrà avanti. Continuerà a lavorare per la città assieme ai suoi amici dell'Udc, critica adesso il sindaco che lo ha tradito ma per più di qualcuno è stato prima l’ex assessore a tradire il sindaco quando è passato con l’Udc. E' la critica che viene mossa all'ex assessore.

Lunedì il consiglio comunale diventa interessante e decisivo per conoscere chi sarà l’undicesima persona che appoggerà il sindaco e la maggioranza. Attenti osservatori, come già detto, scommettono sul nome del candidato sindaco alle ultime elezioni, ora all’opposizione, col Pdl. Si spera sul capo dell’opposizione, su Mauro Tomaselli invece non c’è accordo, manca la fiducia che ci vuole in questi casi, perché come si dice Tomaselli è troppo radicale, è di destra.


Come è nato il Governo Monti e perché? Domenico Loffredo scrive alla triplice: Bersani-Di Pietro-Vendola

Un nuovo governo è nato che ha all’interno la chiesa cattolica, ha le banche e ha la sobrietà. C‘è stato un complotto! E’ il governo dei poteri forti! Si dice ancora che c’è stato un ribaltone e si parla di burattinai che lo manovrano. Monti deve durare fino al 2013? Per adesso è ancora difficile da capire, aspettiamo il governo che ha iniziato a lavorare, per adesso si spera in un governo che lavori per un Paese a lungo termine. Si è voluto però bloccare un (futuro) governo a guida: Bersani-Di Pietro-Vendola?

Domenico Loffredo, avvocato ed attivista dell’Italia dei Valori sul suo tazebao sul lungoliri a Isola del Liri ha affisso un manifesto: “Ora tocca a voi essere all’altezza Senatori e Deputati di questi governanti! Tecnici? Noi lo siamo”. Si rivolge da cittadino alla triplice Bersani-Di Pietro-Vendola: “Carissima triplice, coraggio e sangue freddo! Che nessuno perda il controllo! Le discussioni saranno sempre bene accolte, ma le rotture mai! I cittadini italiani elettori non potrebbero nè comprenderlo nè accettarle! Il destino dell’Italia s’incrinerebbe irrimediabilmente! E’ questo che vuole la triplice? I cittadini italiani No!

Foto da: www.tiziano.caviglia.name

Soru vuole chiudere l’Unità

Proprio questa mattina ho riletto dopo tanto tempo l’Unità. www.unita.it La prima cosa che si guarda avendo in mano il giornale è il formato. Fa un certo effetto. Da tempo mi chiedo perché è stato così ridotto, mi chiedo perché il giornale è stato ridimensionato così. Si ha tra le mani un formato cartaceo che non è adatto ad un quotidiano del genere con una storia. Il problema non è stato solo di origine economico. La prima risposta che mi viene è quella che il centrodestra (Pdl) non ha un giornale e per la "par condicio" anche il centrosinistra (Pd) non deve avere un giornale. Ho questa idea in mente da tempo, forse mi sbaglio, anzi mi sbaglio senz’altro. La prima cosa però da fare per rilanciarlo si dovrebbe tornare a delle dimensioni più consoni, un giornale più grande, non dico così come era una volta ma si deve fare qualcosa in più. Per rilanciare l’Unità si dovrebbe ripartire dalle dimensioni. Da un nuovo formato così è troppo un giornalino di quelli che si distribuiscono gratuitamente.

Soru vuole chiudere l’Unità

Lunedì prossimo, 28 novembre, Concita De Gregorio, ex direttore del giornale, sarà a Radio Tre parlerà della crisi del giornale ma sarà in mattinata anche a “Prima Pagina” sempre su Radio Tre.

Soru su “Affari Italiani”: "Sono azionista con grandissimo sacrificio economico. Non vedo l'ora che qualcuno la compri. Sono andato a chiederlo con molta insistenza in tante occasioni". Renato Soru, intervenuto al seminario di formazione per giornalisti di Redattore Sociale a Capodarco di Fermo e intervistato dal direttore di Radio 3 Marino Sinibaldi, parla così de l'Unità, giornale di cui è editore dal 2008. Nella sala una giornalista free lance chiede all'ex presidente della Sardegna perché il quotidiano non paga i collaboratori. Prima Soru dice che non è così. Poi interviene il presidente dell'Ordine dei giornalisti Enzo Iacopino e afferma: "C'è qualcuno che non le dice tutto...". A quel punto, imbarazzato, il numero uno di Tiscali risponde: "Se ci sono collaboratori che non percepiscono lo stipendio e che hanno scioperato da ottobre me ne scuso come azionista. Questo le dà il segno di un giornale che soffre la difficoltà di andare avanti. Si potrebbe prendere in considerazione anche l'ipotesi di chiudere". www.affaritaliani.it

Luca Rea ha realizzato il suo primo film “Cacao”

Il film del giovane regista sorano è in concorso e sarà proiettato per la prima volta a Sulmona il 3 dicembre. Il promo è su youtube e a febbraio dovrebbe essere fatto vedere anche a Sora, nella sua città per i tanti amici e appassionati.

Lancia un messaggio ai sorani: “comunque se qualcuno viene a Sulmona mi fa piacere. Il caso ha voluto che debuttasse in un posto non lontano da Sora, motivo per cui ho fatto un messaggio ai concittadini. A febbraio a Sora.” E’ l’invito di Luca Rea, giovane sorano che lavora anche per Rai.

Sabato 3 dicembre alle ore 19 in occasione della 29esima edizione del festival nella città abruzzese.
http://www.nuovocinemapacifico.it/sulmonacinema/home-festival/programma.html

Il festival è: www.sulmonacinema.it e il Programma è su: www.nuovocinemapacifico.it
Dal 3 al 6 dicembre un vasto programma. A Sora la Festa del Volontariato: “Diamoci una mano”

"Previsti incontri, mostre, dibattiti, convegni, proiezioni". Gianni Fabrizio, giornalista di "Avvenire", scrive sulla pagina della domenica "Lazio regione sette" e addetto stampa della Diocesi di Sora invita a partecipare agli eventi:

"In occasione dell’anno del “volontariato” numerosi gruppi di Sora, organismi ecclesiali e vari, scuole, enti, associazioni culturali, sportive, educative, assistenziali e di servizio hanno promosso una serie di iniziative perchè venga meglio conosciuta l’azione di questa grande ricchezza del nostro territorio. L’idea è nata per volontà delle organizzazioni presenti presso il Centro Pastorale “S. Luca”, a “Villa Angelina”, in via Conte Canofari, per consegnare alla Città le proposte di valorizzazione del “volontariato” offerto alla “persona”. Il principio base è quello di suscitare un’ ampia cultura sulle motivazioni che “muovono” le varie associazioni di volontariato coinvolte, tutte impegnate, nei vari settori di competenza, ad affiancare i servizi territoriali, venendo così incontro alle esigenze ed ai bisogni della popolazione.

L’evento è allora dedicato proprio a questo “universo”, spesso sconosciuto, a quel mondo del volontariato che deve essere conosciuto e per il senso della “gratuità” del servizio che offre al prossimo. Il programma è ricco e suggestivo e si svolgerà dal 3 al 6 dicembre. Ma andiamo con ordine. Il giorno 3 dicembre, alle ore 18:00, presso i locali del Museo Civico di Sora, nell’ambito della sezione archeologica, in piazza Mayer Ross, si terrà l’inaugurazione di una mostra con vari spazi espositivi che racconteranno “l’anima e la realtà concreta ed operativa” di molte realtà e delle associazioni di volontariato del nostro territorio: Caritas diocesana, Ludoteca “La Fortezza dei sogni”, Zona Pastorale di Sora, Centro per la Famiglia, SICOF, ARVAS, Azione Cattolica Diocesana, AGENDI, Pastorale Universitaria, Conferenza “S. Vincenzo De Paoli”, Pastorale Diocesana, Ufficio Confraternite, Pastorale per le Vocazioni, SPES, CESV, Ass. Provinciale di volontari AURORA, Il Faro, Parrocchia “S. Maria Assunta”, Di.A.Psi.Gra., Leo Club, Biblioteca Diocesana e Archivio Storico, ACAT, Centro di Studi Sorani “V. Patriarca”, Ass. Libera Mente, AGESCI, L’Oasi S. Francesco, Ass. Diabetici Sora Onlus, A.N.C.A. Ass. Nazionale Centro Alcolismo, Protezione Civile Sora, Fratres, UNITALSI, La Lanterna, Oasi Mariana Betania, Associazione Parkinson, La Famiglia, Misericordia, Croce Rossa Italiana.

La mostra resterà aperta fino al 6 dicembre ed ogni organismo avrà un suo spazio fornito di materiale illustrativo. Il giorno 4 dicembre, nei locali dell’Auditorium, in pazza Mayer Ross, avrà luogo un convegno, con la presenza della giornalista di RAI 1, dott.ssa Anna Scalfati. L’incontro avrà inizio alle ore 16:30 con il saluto del sindaco di Sora, dott. Ernesto Tersigni e con l’intervento di mons. Luca Brandolini, vescovo emerito di Sora Aquino Pontecorvo. Seguirà, alle ore 17:00, la proiezione di un filmato che traccerà i compiti , le finalità ed il metodo di lavoro volontario delle varie associazioni che hanno aderito all’iniziativa. Quindi parlerà la dott.ssa Anna Scalfati che metterà in risalto, tra l’altro, la “ricchezza” della “Carta dei Valori del Volontariato” e l’idea prospettica delle possibili evoluzioni future; rifletterà, con i presenti, anche sul senso del volontariato e su come questo rappresenti un ammortizzatore sociale importante. La giornalista ancora farà una considerazione sul concetto di “cittadinanza attiva”. Saranno perciò quattro giorni intensi e di vera testimonianza. Infatti “il servizio all’altro, come affermano gli organizzatori, può avere varie accezioni che raccontano o descrivono molte situazioni, differenti per ambito e per tipologia delle relazioni.

Insieme abbiamo scelto di festeggiare il porsi verso l’altro, in maniera gratuita attraverso un cammino di condivisione, dalla cui sinergia nascono esperienze di ricchezza reciproca. vuole riconoscere la ricchezza del nostro territorio nella sua manifestazione di disponibilità ad accogliere i bisogni e ad esprimerli come occasione di crescita e di potenziamento delle opportunità. è la festa del volontariato che partecipa, con il territorio, il proprio impegno, che prima di tutto è una scelta di vita significativa”. All’iniziativa hanno “dato una preziosa mano” il Liceo Artistico “Antonio Valente” di Sora e i Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio. Un’occasione da vivere intensamente e da condividere con attenzione.

26.11.11


Il Governo Monti già al lavoro

Mario Monti deve fare le cose che la politica non ha fatto. I Beni comuni, il governo del territorio, la salvaguardia del paesaggio, l’agricoltura da rilanciare, le bollette, le società pubbliche e private: Equitalia, Acea, GDF-Suez che per una voltura per la fornitura del gas prende 50 Euro che si pagano sulla bolletta, le province, i consorzi, le comunità montane, la spesa pubblica e i costi della politica perché si cerca di vivere sulla spesa pubblica.

Poi c‘è il grande capitolo dell’evasione fiscale.


In Italia ogni anno mancano 180 miliardi di entrate: Economia criminale (78,2 miliardi), economia sommersa (34,3), imprese piccole e medie (22,4), Grandi imprese (37,2), mancata emissione di scontrini e fatture di commerciati e autonomi (8,2). Come scrive “Consumatori” di questo mese, la rivista dei soci Coop: “Gli italiani “Povera Gente” Un paese raccontato dai redditi: su 42 milioni di contribuenti, solo lo 0,95% dichiara più di 100 mila Euro l’anno. Di questi il 20% sono lavoratori autonomi, il 5% imprenditori, il restante 75% dipendenti e pensionati. In tutto sono 400 mila persone. Nel 2009 il reddito medio dei notai era di 402 mila euro, quello dei farmacisti 126 mila, quello degli avvocati 49 mila, quello dei dentisti 45 mila, quello di gioiellieri e orologiai 15.800, quello dei tassisti 13.600. Ma per chi paga la pressione fiscale è da record, siamo vicini al 44,8%. L’Italia in tema di fisco è davvero terra di primati. Primati divergenti, ma primati”. Da una parte c’è una evasione fiscale da record e dall’altra per chi paga ci sono imposte alte e tante. In pratica siamo un Paese senza ricchi ma con i poveri che si conoscono. Nella foto il ministro Elsa Fornero. www.dirittodicritica.com


La Vignetta di Ellekappa

E’ la vignetta di ellekappa su: www.scienzaesalute.blogosfere.it Un'altra vignetta su “Consumatori” di novembre 2011: Marito e moglie guardano la televisione. Il marito dice all’altra: “Contro l’evasione fiscale il governo ce l’ha messa tutta. Risponde la moglie: “Non è colpa sua se gli evasori non guardano gli spot in tv”.

25.11.11

Resistere a Equitalia

“Resistere a Equitalia” è il libro appena uscito nelle librerie. Un libro che parte parlando del fatto che ora si possono saltare le cartelle esattoriali. E’ una guida dettagliatissima e un manuale molto utile da leggere quello scritta da Elena Polidori, giornalista, che ha avuto un problema col fisco. 1500 euro di multe del Comune di Roma. Ha iniziato una battaglia che poi ha vinto ma che dopo due anni ancora non si è conclusa. Nel libro se la prende con chi sta dietro lo sportello che fa la faccia feroce col cittadino che è indifeso e a volte non conosce le leggi.

L’autrice ha rivolto a Befera e alla sua squadra tante domande, ma le risposte non sono arrivate

Befera, dell’Agenzia delle Entrate, attaccato dalla Polidori nel libro ed Equitalia il braccio armato della politica tributaria del governo Berlusconi-Tremonti. O meglio è stato ora si spera nel governo Monti. Tocca a Mario Monti cambiare la situazione. E Befera peggio del boato di ieri nel sorano. Befera, abruzzese di nascita, è molto attratto dal paesino della valle Roveto, Canistro e che ha scritto la prefazione al libro di Pietro Margiotta.

Elena Polidori, che è finita nelle grinfie di Equitalia per delle multe del Comune di Roma

La scrittrice si è trovata con l’ipoteca sulla casa, scrive che Equitalia ha un eccesso di zelo, troppo aggressiva quando raschia il fondo del barile con i cittadini in difficoltà. Ha dovuto così iniziare a capire come muoversi per opporsi al pignoramento ricevuto. E’ dovuta andare alla “Centrale rischi” che è una entità astratta ed è stato un incubo”. Un iter lunghissimo, ha dovuto far causa, e che ancora non si è concluso. E’ da due anni che gira per uffici. Nel libro parla poi: Con chi se la prende Equitalia. Se lo chiede e arriva alla conclusione che Equitalia è efficiente ma con metodi discutibili. Il fisco conosce il cittadino che ha il motorino che pignora ma non conosce i grandi patrimoni.

C’è qualcosa che non quadra, pure per la giornalista. “In che paese siamo!”

DA MILANO ARRIVANO LA CHE BANCA! E SPORTITALIA2

Per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora arriva anche la prima diretta televisiva dell’anno. Domenica infatti, al PalaGlobo “Luca Polsinelli” saranno presenti le telecamere di SportItalia2 assieme al telecronista Marcello Piazzano, per riprendere, commentare e mandare in onda in diretta nazionale l’anticipo delle ore 16,00 tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Che Banca! Milano.

L’incontro valevole per l’undicesima giornata di campionato, per Sora da un lato propone la voglia di sfatare un mito, quello appunto della diretta tv, mentre dall’altro quella di confermare i precedenti risultati. In gare live la Globo ha vinto poco: nella stagione 2009/2010 due incontri su quattro, mentre nell’ultima una su tre. Però c’è soprattutto da dire che i precedenti tra i due club parlano di Sora bestia nera di Milano: nei quattro incontri disputati nel 2009/2010, due nella regoular season e due nei play off, la Globo è andata sempre a segno vincendo contro i meneghini. Quindi, come dichiarano da Milano, la “Che Banca! dovrà scacciare i fantasmi del passato”, ma sicuramente, forte dell’ultimo match conquistato in casa contro Loreto, scenderà sul campo del PalaGlobo con grande determinazione ma anche con un uomo in più, Raphael Thiago De Oliveira. Lo schiacciatore brasiliano infatti, a Milano dallo scorso 5 novembre, con il suo ingresso in campo nell’ultima di campionato ha permesso ai suoi compagni di invertire la rotta arrivando alla vittoria finale.

La rosa con la quale il Volley Milano partecipa al Campionato di serie A2 Sustenium con i colori e la title sponsorship di CheBanca!, è composta da otto giocatori già protagonisti della scorsa stagione. Si tratta del palleggiatore Giordano Mattera, regista dalle grandi qualità tecniche e fisiche che si fa rispettare a muro e in battuta con una salto rotante pericolosa e che nelle statistiche di rendimento stilate dalla Lega, è secondo in classifica dietro a Fabroni (Volley Segrate) con 42 punti totali realizzati di cui 2 ace e ben 16 muri.

L’opposto Enzo Di Manno, arrivato a Milano dopo un biennio a Città di Castello dove aveva fatto benissimo ripetendosi anche nello scorso anno tanto da essere riconfermato come il capitano Vito Insalata, esperto centrale classe ’77, molto forte nell’attacco di primo tempo ed efficace a muro dove ha già totalizzato 30 punti, terzo nella classifica del reparto dietro ad Anzani (Loreto) a quota 40 e Pavan (Cantù) a 36. Riconfermato anche l’altro centrale Gabriele Robbiati, classe ’83 alla sua terza esperienza in A2, e gli schiacciatori Eerik Jago, nato in Estonia con alle spalle una grande esperienze nei campionati esteri in Belgio prima e in Olanda poi ma anche in Italia dal 2006 al 2009 tra Padova, Taviano e Pineto; e Svetoslav Angelov, bulgaro di nascita ma che ha fatto le giovanili ad Asti e ha il passaporto sportivo italiano.

Seconda stagione a Milano anche per i liberi Gianluca Durante classe ’76, al suo quattordicesimo campionato in serie A2 e con in curriculum altre 2 stagioni in A1 nella rosa di Piacenza dal 2008 al 2010, e Andrea Cauteruccio al suo secondo anno nella categoria ma con una lunga esperienza (7 stagioni) in serie B1 dove nel 2004 ha vinto la Coppa Italia e la promozione in A2.

A questi otto riconfermati il coach Luca Moretti, che per 4 anni è stato la guida tecnica di Loreto, assieme al suo assistant Marco Fumagalli, hanno aggiunto tanti giovani a partire da Alessandro Blasi, palleggiatore classe ’92 in arrivo dalla B1 di Carpi; Filippo Vedovotto, schiacciatore veneto classe ’90 approdato a Milano dopo una stagione in A2 con la Gherardi Città di Castello; l’opposto Arpad Baroti giovane (1991) promessa della pallavolo ungherese, lo scorso anno con la Tonno Callipo Vibo Valentia; Mario Mercorio, altro posto 4 però campano che nella scorsa stagione ha vestito la maglia della Carige Genova; e Thomas Beretta ex compagno di Lorenzo Gemmi nella Canadiens Mantova.

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si è allenata duramente in questi giorni per arginare l’ostacolo Che Banca!, e in attesa che i campi dove disputa la sua pre-qualificazione Olimpica la nazionale Olandese decretino se Kay Van Dijk potrà essere più o meno nel rettangolo di gioco domenica assieme ai suoi compagni, coach Gatto studia e prova tutte le possibili alternative, prima fra tutte la fiducia a Pierlorenzo Buzzelli. Anche Valentin Bratoev ha fatto gli straordinari in allenamento per cercare di ritrovare il ritmo partita che a detta dello staff tecnico arriverà tra qualche settimana perché per ora alle importantissime qualità tecniche che ha, non può abbinarvi una condizione fisica eccellente.

Nel frattempo si attendono sostanziali progressi dagli atleti infortunati che la scorsa domenica a Genova sono tornati a farsi vedere in campo, i vari Mario Scappaticcio alle prese ancora con un lieve affaticamento della parte interessata, Lorenzo Gemmi che ha fatto passi da gigante ma ancora non in completa condizione, ed Enrico Libraro che proprio in terra ligure ha avuto un piccolo guaio fisico fortunatamente rientrato.

L’appuntamento dunque, per l’undicesima gara di cartello tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Che Banca! Milano, è per domenica alla ore 16,00 presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” che, in occasione della particolare giornata e per venire incontro alle esigenze del numeroso pubblico, è raggiungibile anche con una navetta gratuita che l’Argos Volley mette a disposizione, che partirà da piazza XIII Gennaio con corse no-stop fino al PalaGlobo.

* Sora 23 novembre 2011. Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Foto di Mirko Saccucci.


Grande Volley domenica a Sora

Nella foto mister Porro che allena la squadra della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora nel girone A della Junior League Nazionale

Si prevede una grossa affluenza di pubblico domenica 27 novembre al palazzetto dello sport per la gara, Sora-Milano. La società mette a disposizione due navette in partenza da piazza XIII Gennaio dalle 15 per arrivare al palazzetto in tutta tranquillità. La partita avrà inizio alle 16. Si dovrebbero però prevedere due punti di partenza e di arrivo. La scelta della società e dell'amministrazione è caduta sulla zona di via Napoli però andrebbe previsto un nuovo punto di partenza e di arrivo nella zona dello stadio comunale. Per i prossimi incontri. www.sora-verdisora.blogspot.com

24.11.11


Secondo anniversario dalla scomparsa di Domenico Del Vecchio

Domenica mattina 27 novembre alle 11 presso la chiesa di Santa Restituta ci sarà una Messa in ricordo di Mons. Domenico Del Vecchio. Il parroco morì due anni molto conosciuto a Sora, nella valle di Roveto e in tutto il territorio della Diocesi. Dal 1966 è stato Abate parroco di San Silvestro Papa e fino al 2001. Appassionato di comunicazione curava durante la giornata alcune trasmissioni di informazione alla radio locale, Radio Sorella Radio, Radio So.Ra. Diresse poi per tanti anni il mensile di attualità e notizie locali "Vita Sorana" nato nel 1968 che veniva spedito soprattutto in Canada.

Sora-Broccostella-Isola del Liri-Posta Fibreno: un forte boato questo pomeriggio verso le 15,30 si è sentito abbastanza nettamente che ha fatto guardare subito in alto ma non ci sono state oscillazioni di lampadari. Porte e finestre hanno fatto rumore ma questa volta gli allarmi nelle abitazioni, non sono scattati, non si sono accesi. A volte è successo. Boati che si susseguono abbastanza frequentemente nel territorio di Sora, spesso uditi anche se non ci si fa più caso, ma questa volta è stato molto più intenso. Tante le ipotesi, uno smottamento nel sottosuolo nel territorio di Campoli Appennino oppure il passaggio di qualche aereo che ha superato la velocità del suono ma di certo ancora nulla.

Il Manifesto è in pericolo

Ieri Valentino Parlato ha scritto sul giornale che "questo nostro giornale è a rischio chiusura. Abbiamo i mesi contati. I tagli ai fondi dell'editoria cooperativa, che il governo Berlusconi ha deciso, sono mortali". Da ieri il prezzo del giornale è salito a sorpresa a 1,50 euro, "venti centesimi in più ma decisivi". Sempre da ieri è stata lanciata dal giornale una campagna di abbonamenti trimestrali al prezzo di 180 euro, comprensivo di carta + web. Un prezzo politico di sostegno per un giornale da sempre radicato nel paese che ha bisogno di un aiuto in questo momento difficile da parte dei lettori. Concludo Valentino Parlato il suo articolo: "Il Prezzo della Libertà" con un: "Sosteniamoci, suggeriteci, criticateci. Resistiamo". Per informazioni c'è il sito rinnovato: www.ilmanifesto.it

Lunedì 28 novembre Consiglio comunale a Isola del Liri

Prima del prossimo consiglio comunale ad Isola del Liri il sindaco Duro dovrebbe assegnare le deleghe.

La seduta sembra essere stata fissata per lunedì 28 novembre, un consiglio comunale importante e utile per capire chi sarà l'undicesimo consigliere che appoggerà la maggioranza ed il sindaco. Si parlava di Mauro Tomaselli come undicesimo uomo di maggioranza ma non sembra così perché ritenuto troppo di destra. Un uomo di Storace. Le deleghe sono importanti per una città con tanti problemi.

Attenti osservatori danno il consigliere comunale che è a capo dell'opposizione di centrodestra disponibile a dare una mano alla maggioranza e al sindaco. Potrebbe essere l'undicesimo in consiglio comunale per la maggioranza. Il ribaltone così chiamato anche da Gianni Scala, ex assessore, che per 10 anni è stato al fianco del sindaco e per due ha ricoperto il ruolo di vice sindaco. Il suo impegno non è stato ripagato anzi è stato "fatto fuori"." Ripagato con l'amara moneta del tradimento". Il suo impegno però per la città continuerà, continua affermando questa scelta. Ma in città però si dice che il tradimento è stato messo in atto prima dell'ex assessore quando è passato con l'Udc. Una operazione quello di Luciano Duro che anche nel Pd isolano, non tutti, vedono di buon occhio, ed è approvata. Ora comanderanno quelli che hanno criticato l'amministrazione duramente e che erano stati bocciati dagli elettori.

La cultura e il turismo fondamentali per la città di Isola del Liri. La biblioteca comunale, ad esempio, che non si vuole rilanciare, così sembra. Pochi sono gli studenti che la frequentano perché non ha gli orari giusti per permettere uno studio continuativo. Chiude alle 13 e 30 e nel pomeriggio non riapre se non nei giorni di lunedì e giovedì. Alcuni studenti sono andati a parlare col sindaco ma è difficile la risoluzione del problema. Il nuovo assessore alla Cultura del Comune dovrebbe cambiare questo stato delle cose, interessarsi a questa segnalazione perché per gli studenti di Isola è fondamentale avere una sala per lo studio.

La Fondazione UniVerde e IPR Marketing invitano al convegno: “Gli Italiani e l’energia della Terra tra speranze e paure” che si terrà a Napoli venerdì 25 novembre a partire dalle ore 10:30 presso la Città della Scienza (sala Galileo).
Dopo il risultato del Referendum sul nucleare, l’energia geotermica deve essere considerata, insieme alle altre energie rinnovabili, una realistica alternativa.
Interverranno Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde; Antonio Noto, direttore di IPR Marketing e Giuseppe De Natale, professore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Saranno presentati i dati del rapporto realizzato da IPR Marketing in collaborazione con la Fondazione UniVerde su “Gli italiani e la geotermia”.

22.11.11


Aria di Natale. A Carnello di Sora-Isola del Liri-Arpino: il 4 dicembre 2011 torna il mercatino di Natale in via Molino. “Aria di Natale” dalle 8 alle 19,30.

"Non può reggere una economia di questo genere"

Domenica mattina a "Prima Pagina" su Radio Tre, Stefano Feltri de "Il Fatto Quotidiano" risponde ad un radioascoltatore di Bologna che era intervenuto parlando della Camera di Commercio della città bolognese, chiede se si può reggere una economia così. Ci sono tre dirigenti che producono, da soli non ce la fanno, tanta carta e prendono 500 mila Euro al mese. Feltri risponde: "E di fatto non si regge".

Il nuovo governo è già al lavoro. Sui sottosegretri e vice ministri è polemica. Sul nuovo governo il giornalista continua: "aspettiamo cosa faranno questi ministri, e li aspettiamo al varco". Per il giornalista l'Ici sarà sicuramente progressiva e la patrimoniale come punto di equità, ma non tutti sono d'accordo. "Si cerca di vivere sulla spesa pubblica", risponde ad un altro che è intervenuto in diretta. www.ilfattoquotidiano.it
Dopo il voto di domenica la Coldiretti commenta:

“La salvaguardia del territorio e la gestione dell’acqua resteranno in mano all’agricoltura per altri cinque anni”.

I risultati della provincia di Frosinone sono stati questi ma le associazioni di categoria si sono spaccate. A Sora, a Cassino e ad Anagni vince la Coldiretti con le altre associazioni di categoria. Un commento chiaro, diretto, interessante quello della Coldiretti che farà riflettere e farà discutere, di conseguenza.

A Sora i votanti sono stati quasi 1500, il più votato è stato Angelo Prospero con 582 voti, seguito da Mimmino Di Pucchio con 426 voti e terzo Antonino Rotondi con 410 voti. Eletti anche Anselmo Cioffi con 234 voti e nella terza fascia l'ambientalista di Castelliri, Rocco Pessia con 132 voti.

A Cassino la nota da registrare è che la lista "sponsorizzata" dal sindaco Petrarcone è arrivata seconda e la lista appoggiata dall'On. Formisano è arrivata terza. Tutte e due superate da "Terra Amica".

21.11.11


Sempre più significativo l’impegno per celebrare “l’Anno Millenario” della fondazione dell’Abbazia di “San Domenico” in Sora (1011-2011). L'invito al convegno è di Gianni Fabrizio

In questo ambito un altro incontro culturale è previsto per sabato, 26 novembre 2011 alle ore 17.00, nella Sala “Riccardo Courrier” a fianco della Basilica. Si terrà qui, infatti, una conferenza dal titolo: “Il volto millenario di “San Domenico di Sora” nei luoghi della Sua vicenda storica”.

I luoghi scelti da “Domenico” lungo l’itinerario da Lui seguito, che alterna fondazioni cenobitiche a dimore eremitiche di preghiera e di penitenza, evidenziano alcune costanti paesaggistiche e topografiche sullo sfondo coerente costituito dallo scenario delle regioni centro-appenniniche, dalla Sabina alle valli abruzzesi fino al Lazio meridionale, come probabile filo conduttore e principio ispiratore nel susseguirsi delle tappe del viaggio, che assume anche i tratti di un percorso di santificazione, personale e sociale. In questa suggestiva ipotesi si inserisce la questione dedicatoria dei luoghi prescelti con l’altra, non meno importante, di eventuali persistenze di culti e devozioni precedenti o, più spesso, delle trasformazioni cui “Domenico” riesce a conferire un’impronta definitiva.

Il rapporto con il potere politico insediato in queste regioni fa capo per lo più alla dinastia dei Conti dei Marsi e a rami collaterali della stessa famiglia. Non a caso distribuiti in modo capillare nel vasto territorio, ad ulteriore conferma della compattezza del comparto regionale in cui si muove il nostro “eremita errante”. Quale “volto” spirituale di “Domenico” storico emerge ed è percepito in quei luoghi in cui il suo culto si è protratto fino ai nostri giorni? A questa domanda darà possibili risposte la conferenza questo incontro 26 novembre.

La conferenza avrà come relatori il preside, prof. Luigi Gulia e l’archeologa dott.ssa Stefania Mezzazappa. Per l’occasione saranno esposti per la prima volta il calice donato da papa Benedetto XVI, la medaglia commemorativa delle Celebrazioni dell’Anno Millenario, donata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la nuova “icona” di ”San Domenico” del pittore Antonio Notari.

Un‘altra intelligente e significativa pagina culturale, di studio, di ricerca, di preghiera e di devozione offerta al nostro territorio, dalla Comunità Monastica di “S. Domenico” di Sora, nell’ambito delle manifestazioni in occasione dell’ “Anno Millenario” della fondazione della “nostra” Basilica.

Sora: Concerti nella Basilica di San Domenico Abate

"Ancora grandi eventi in occasione delle Celebrazioni dell'Anno Millenario di fondazione dell'Abbazia di San Domenico in Sora (1011-2011). Saranno infatti tenuti nella Basilica dell'Abbazia due prestigiosi concerti d'organo. Il primo, nella prima domenica di Avvento, il 27 novembre, alle ore 18.00 e il secondo, il 18 di dicembre, nella quarta domenica di Avvento, sempre alle ore 18.00. I maestri organisti Giorgio Muto e Riccardo Maccarrone, interpretando brani di grandi autori, aiuteranno gli intervenuti, a meditare "in musica", il ricco significato del "Tempo di Avvento". Il momento musicale più importante per questo speciale anno "Millenario", però, é previsto per il "4 dicembre". Sempre in Basilica, alle ore 20.00, si esibirà il Coro della Diocesi di Roma, diretto da Mons. Marco Frisina. Per l'occasione il Coro eseguirà il nuovo Inno a San Domenico Abate, composto dallo stesso Mons. Marco Frisina".

* Sora 21 novembre 2011. Cordialità e saluti. Gianni Fabrizio.


Grazio Annarelli presidente dell'Ambiente S.p.a. risponde a Salvatore Meglio

Il capogruppo del Pdl era intervenuto domenica sulla stampa parlando di novità in vista nella compagine governativa. Farmacia ed Ambiente due settori che vedranno cambiamenti. Per il consigliere comunale, loro stanno marciando col passo spedito ma c'è qualcuno che resta indietro. Il riferimento è alle due società del Comune di Sora. Una scossa in vista perché tutti nella coalizione non sono soddisfatti dell'operato delle due strutture. Vogliono di più e meglio. I due presidenti sono stati nominati dall'amministrazione di Cesidio Casinelli e ora ci sarà, come sembra dalle parole di Meglio, il cambio. Il problema però non riguarda la scelta operata dalla vecchia amministrazione di sinistra, la nuova vuole dare una impronta più chiara e dare una svolta alla città. Il programma elettorale è stato chiaro e ora vogliono applicarlo. Tutta la maggioranza ora ne sta discutendo e si è arrivati alle due società. Sull'ambiente l'assessore D'Orazio (foto) sta facendo bene, per Salvatore Meglio, c'è il programma da rispettare.

L'Ambiente S.p.a.diventa così un problema anche per la giunta di centrodestra. A Salvatore Meglio intanto risponde Grazio Annarelli. Il comunicato stampa si può leggere su: www.sora-verdisora.blogspot.com

Autobus pieni, si chiedono nuove corse

Il problema riguarda un pò tutte le corse ma la corsa Sora-Roma finisce di nuovo all'attenzione dei media. La triplice alleanza sindacale Cgil, Cisl e Sul (Giovanni Tuzi, Luigi Marchione, Filippo Mazzone) chiede nuove corse. Il problema è più accentuato per la corsa delle 13,45 o 13,40 perché parte da Sora quando gli studenti sono usciti da scuola. A volte la Sora-Frosinone, che viaggia con qualche minuto in anticipo, non passa, salta la corsa facendo accentuare il problema. In molti, e questo fa riempire l'autobus, che si devono recare nelle vicinanze della Lucca o di Porrino non prendono la corsa a loro più congeniale: Sora-La Lucca che inizia la corsa qualche minuto prima e che viaggia semivuota. Questo perché a detta di più di qualcuno interessato, che deve recarsi nella Capitale, non è scic per i giovanissimi studenti. Gli studenti salgono invece sull'autobus che diretta a Roma. www.ilgiornaledirieti.it

Si è votato ieri per il rinnovo dei Cda dei Consorzi di Bonifica dopo tante polemiche

Giornata ieri di voto in tutta la provincia, a Sora l'affluenza presso la sede del Consorzio "Conca di Sora" è stata discreta. Due i seggi approntati nella sede centrale.


Elezioni sentite, nel pomeriggio tanta gente si è recata a votare ma pure qui più di qualche politico che sostava davanti l'ingresso, come quando si va a votare per le comunali. Si sono visti due assessori del Comune di Sora. L'affluenza sembra essere aumentata rispetto a 5 anni fa, le polemiche così sono servite. La discussione fa partecipare la gente. A Sora c'era una sola lista in attesa del ricorso al Tar di Confagricoltura e di Giorgio Rea. In attesa dei dati ufficiali Angelo Prospero va verso la riconferma, porterà con sè il vice presidente Mimmino Di Pucchio.

Le pagine di ieri del giornale "La Provincia" piene di pubblicità e le polemiche ancora presenti. Pagine intere nelle Cronache di Frosinone, Anagni, Sora, Atina, Cassino. Il direttore della Coldiretti, Paolo De Cesare ancora polemico: "Abbiamo assistito a quella pervasità tipica della peggior politica, quella che si muove ad ogni elezione non perché abbia idee o programmi ma solo per fame di poltrone. Hanno candidato addirittura individui morosi nei confronti dell'Ente".

Sul consorzio di Cassino si viene a sapere che il "Valle del Liri" spende ogni anno oltre 1 milione di Euro per l'energia elettrica per alimentare le pompe irrigue. Lo fa sapere Stephan Palombo candidato per la valle di Comino. Il suo programmaè basato proprio sul risparmio delle spese e costi dell'ente cassinate. Vuole abbassare inoltre gli importi delle cartelle esattoriali dei consorziati se eletto. E tanto altro, oggi i risultati completi.

Ad Atina invece il consiglio comunale ha scelto Gianluca Iafrate quale delegato che entra nella consulta che eleggerà il rappresentante al Consorzio di Bonifica "Valle del Liri". Iafrate che è assessore ai Servizi sociali, Caccia e Pesca. Si è svolto un consiglio comunale straordinario per eleggerlo. "Una figura importante per tutto il consiglio comunale", quella che affiancherà il Cda del consorzio, lo dice il sindaco Lancia.

20.11.11

Carige Genova - Globo Volley Bpf Sora: risultato finale 3 a 1

Il Sora non ce l'ha fatta, ha cercato di recuperare ma il Genova ha dilagato, in vantaggio per 24 a 17 ha mantenuto le distanze e ha vinto il set per 25 a 20. Non cambia nulla in classifica per il Sora che è sempre tra le prime. Domenica prossima anticipo di campionato alle 16 col Milano e domenica 8 dicembre una nuova trasferta impegnativa a Segrate.

Alle 19 e 35 il Sora sta recuperando, siamo sul 12 a 11 per il Genova. Il giocatore del Sora Libraro si è infortunato alla caviglia e sta per uscire dal campo. Un set giocato in modo equilibrato tra le due squadre fino ad ora. Un finale di set importante e decisivo.

Alle 19 e 20 il Sora ha perso il 3° set per 25 a 18. Il Genova vince ora per 2 a 1. Il 4° set decisivo per il Sora, se lo vince si andrà oltre altrimenti se vince il Genova si aggiudicherà la partita.

Alle 19,10 il Sora è in vantaggio nel 3° set per 13 a 10. Il Carige Genova ha recuperato, il Sora aveva avuto una partenza sprint: 4 a 0. In vantaggio poi per 7 a 12 ancora per il Globo Sora. Ora siamo nel finale del set con i padroni di casa che vengono incitati dal pubblico. Si è infortunato il giocatore del Sora Libraro che è tornato subito in campo.

A Genova il Sora Volley vince il 1° set


Siamo alle 18,39, è in corso il 2° set ed il 1° set è terminato e i sorani sono in vantaggio per un set a zero. I giocatori laziali hanno dominato la prima partita ma ora nel secondo set è in vantaggio il Genova per 14 a 10. Un secondo set più equilibrato, ora siamo sul finale del secondo set.

Nella foto il nuovo acquisto della squadra sorana il bulgaro Valentin Bratoev

"Giù le mani dal Liceo Classico "V. Simoncelli" di Sora!" Manifestazione di dissenso degli studenti del Liceo Classico Statale "V. Simoncelli

Gli studenti dell'Istituto "V. Simoncelli" da qualche giorno sono in sciopero: "perché il nostro liceo deve perdere la propria identità? Si chiedono gli studenti. A loro non interessa il nome "ma il valore del nostro istituto, un valore che non deve perdere! E' uno degli istituti più antichi di Sora". Sono d'accordo ad accorpare il loro istituto ad un altro di Sora (l'Artistico A. Valente) ma non vogliono "assolutamente essere secondi a nessuno e diventare l'"indirizzo" di nessun altro liceo". Il riferimento è all'Istituto Socio Psico Pedagogico "V.Gioberti". Venerdì per tutta la giornata si sono seduti per terra davanti l'ingresso del palazzo comunale con i loro cartelli e slogan e una delegazione ha incontrato il sindaco e l'assessore provinciale all'Istruzione, Quadrini.

Il problema è tutto politico interno al centro-destra. Nell'istituto c'è una organizzazione di destra che sta emergendo. "Sora ha 3740 studenti e ha diritto a 5 istituzioni scolastiche", dicono ancora i giovani del Simoncelli, nel Liceo Classico si sono "diplomati numerosi professionisti della nostra zona e ha una ben nota reputazione".

Ma non tutti sono d'accordo con gli studenti che hanno manifestato. Chi è passato in quelle ore sotto il Comune ha potuto sentire un linguaggio dei giovani, in alcuni momenti, che ha fatto pensare. Un nuovo modo di gridare gli slogan ai megafonini (numerosi) e di protestare.

Antonio Folchetti che ha qualche anno più di loro e che ha fatto tante manifestazioni e ha fatto parte di organismi scolastici e sindacati studenteschi e che ora è studente universitario critica duramente e boccia la protesta: “Scendere in piazza per rivendicare i propri diritti è un diritto sacrosanto e contemplato dalla Costituzione, figuriamoci se si parla di studenti. Dunque è giusto chiedere che uno dei licei più antichi della città (e che conta circa 400 studenti) mantenga il proprio apparato burocratico autonomo. Tuttavia, scendere in piazza solo per il "timore" di essere accorpati con una scuola ritenuta inferiore e con gli studenti della quale "non mi ci voglio mischiare" è una squallida azione Fascista, che non merita alcuna attenzione”. Il giovane studente spera però in una soluzione che non scontenti nessuno.

Per questo anno però l'accorpamento è scongiurato se ne riparlerà il prossimo. Il sindaco Ernesto Tersigni dichiara che il Simoncelli non si tocca e non ci sarà nessun accorpamento col Gioberti.

La legge di Stabilità però recentemente votata in Parlamento "prevede l'innalzamento del numero degli studenti per ogni istituzione scolastica a 600 unità per mantenere l'autonomia giuridica e amministrativa. In caso contrario le scuole sottodimensionate devono essere accorpate o date in reggenza ad altre istituzioni scolastiche correttamente dimensionate"

Elio Pizzuti, con noi in tante battaglie ecologiste, iscritto a Verde Liri ha un’altra idea sulle scuole, per lui vanno abolite. La sua idea ancora più radicale è motivata dai tanti libri che ha letto sull’argomento.

19.11.11


Fantasie Gastronomiche Sorane

E' l'ultimo libro di Gino Catenacci che è stato presentato questa mattina nella sala dell'auditorium a Sora. L'autore sta già lavorando ad una Grammatica sorana che vedrà la luce il prossimo anno. Presenti seduti al tavolo dei relatori, l'assessore alla Cultura Andrea Petricca, Bruno La Pietra già assessore nella passata amministrazione che aveva iniziato l'iter per la realizzazione del libro e Roberta Pugliesi, giornalista de "La Provincia" che ha coordinato i lavori. Un doppio impegno per la giornalista che ieri aveva diretto la conferenza con Miguel Gotor, scrittore, giornalista e docente universitario intervistato dagli studenti degli istituti scolastici. Il prossimo incontro con l'autore sarà a fine mese, ci sarà Marco Lodoli.

Il volume del "Professore", così viene chiamato Gino Catenacci, contiene le ricette tipiche della zona di Sora, ben 270 pagine, un lavoro che l'autore vuole regalare alla città.

Gestore di ristoranti ha trascritto le ricette aderenti alla tradizione sorana, altre non ha volute riportarle perché non ha voluto snaturare così il lavoro che ha realizzato. Ha trovato però difficoltà nello scegliere le "ricette autenticamente sorane". Ha trovato ricette diverse per lo stesso piatto e diversi modi di esecuzioni. "Perché ci sono famiglie diverse che hanno diverse tradizioni". Tradizione delle cucina sorana che si inserisce in quella più vasta dell'Italia centrale. E' una cucina genuina "ma non povera" per Catenacci, con molti prodotti della terra. Ha dovuto fare delle scelte ma ha privilegiato le tecniche esecutive di sua madre, "Maria la brecattèra".

Questo percorso troverà delle critiche ma, come scrive Catenacci, è stata "l'unica strada per me per portare avanti il lavoro".

Un libro che parte dagli "Antipasti d'antanne", col "Pane riàle", quelli di una volta che per l'autore "oggi non ci sono più. I "grossi" ristoratori", come li chiama lui, "hanno imbastardito questa sana abitudine: per venalissimi calcoli economici, oggi si tende ad abbuffare il cliente stordendolo con carrellate di verdure le più varia, frittatine di ogni tipo, salumi, sicchè al momento del pasto vero e proprio non si ha più voglia di nulla". Per finire ai liquori al caffè con una appendice sulle erbe ed odori utilizzati in cucina. Tante le ricette con gli ingredienti per 6 persone, alcune desunte da "La cucina di casa nostra " del prof. Vincenzo Paniccia, Edizione della Pro Loco, ma l'unica che si poteva risparmiare è quella dello Spezzatino di San Domenico.

In copertina il quadro di Annibale Carracci "Il mangiatore di fagioli". www.lacucinaitaliana.it

Basta! A Cassino arriva "Antigone" Cittadini Liberi

Basta con le multe illegittime, basta alle cartelle esattoriali "Pazze", basta ai fermi amministrativi. Finalmente anche a Cassino. E' la prima struttura sul territorio del cassinate che tutela i cittadini gratuitamente. I diritti di tutti a 360 gradi tutelati con una offerta di consulenza legale. La sede è in via Degli Eroi 12 nella città di Cassino. Per informazioni e contatti ci si può rivolgersi direttamente oppure si può scrivere una e-mail a cittadiniliberi@libero.it

18.11.11


IL 26 NOVEMBRE IN PIAZZA PER L’ACQUA, I BENI COMUNI E LA DEMOCRAZIA PER IL RISPETTO DELL'ESITO REFERENDARIO, PER UN'USCITA ALTERNATIVA DALLA CRISI

Acqua Bene Comune invita alla manifestazione e chiede di informare tutte le persone che si conoscono. “Perchè vogliamo costruire una giornata in cui siano le donne e gli uomini di questo paese a riprendersi la piazza e la democrazia, invitando ad essere presenti tutte e tutti quelli che condividono questi contenuti e le nostre forme di mobilitazione, portando le energie migliori di una società in movimento, che, tra la Borsa e la Vita, ha scelto la Vita. E un futuro diverso per tutte e tutti”. www.acquabenecomune.org Dalle Ore 14.00 in Piazza della Repubblica a Roma.


Domenica 20 novembre vota così

Alla fine sono arrivati. Sono apparsi i primi manifesti elettorali a Sora per le votazioni al Consorzio di Bonifica "Conca di Sora".

Da qualche giorno sui tabelloni pubblicitari i manifesti della lista "Terra Amica" in piazza Indipendenza dove il giovedì c'è il mercato settimanale, è la piazza della verdura, e in via Napoli. C'è il simbolo della lista segnato con la croce che indica il voto.

Due giorni ancora prima del voto con i candidati che stanno incontrando amici e consorziati. C'è lo sprint finale anche se a Sora c'è una sola lista. L'altra lista dopo il ricorso presentato non è stata riammessa. E' di oggi la sentenza. E' stato dichiarato inamissibile il ricorso presentato dall'altra lista che doveva concorrere domenica alle elezioni per il rinnovo del Cda. Il tribunale non ha deciso perché non competente. Ora il ricorso sarà presentato al Tar e Giorgio Rea si sente fiducioso, per lui si tornerà a votare.

Gli incontri vanno avanti in vista di domenica e Ettore Togneri, della Coldiretti, ricorda la loro posizione in merito ai pannelli fotovoltaici in agricoltura: meglio metterli sui tetti delle stalle anche al posto dell'eternit che sui terreni che dopo 20 anni li fanno impoverire e non più utili per le coltivazioni.

Nella foto da www.ilcronista.com la copertina del libro di Ottavio Cicchinelli realizzato a cura del "Conca di Sora".

17.11.11


Cassino - Idee, Segnalazioni e Progetti

Anche a Cassino nasce un forum di cittadini che inizia a dialogare sul web e a fare proposte. Il gruppo chiuso è partito un pò a rilento ma ora inizia a fare segnalazioni e proposte. Il gruppo ha raggiunto le 300 unità e ci si può iscrivere su: http://www.facebook.com/groups/312036068810812/?ref=ts

Emiddio De Santis: "C' è una legge in Italia che prevede il pagamento in maniera ridotta per chi ha i cassonetti oltre una certa distanza dalla propria abitazione o attività commerciale, molti mi hanno segnalato che con l' arrivo delle nuove bollette questa forma di riduzione è scomparsa, in tanti si sono rivolti all' ufficio triubuti dove si sono limitati a dire che la legge non è più prevista. Ci aspettiamo una risposta da parte dell' Amministrazione attuale".

Enrico Ferri: "Volevo segnalare qualcosa a riguardo di una zona dimenticata dal comune di Cassino, e cioè Via Montemaggio, per chi non sa dove si trova, sono quel gruppo di case che si vedono alle spalle del Carcere.C'è il manto stradale fatto di cemento,con la relativa rete metallica che esce dal cemento stesso, tubi dell'acqua comunali lasciati sul margine della strada non c'è il servizio della nettezza urbana, pulizie strade ecc. è ora di far qualcosa che dite??"

Paolo Gallozzi: "C'era una volta! C'era una volta una strada percorribile a piedi e ai tempi del Cassino in C2 anche in auto. Il tratto in questione costeggia un fossato, inizia dalla Casilina ed arriva allo Stadio e al Palazzetto dello Sport. Adesso non è più transitabile, i palazzoni di era scittarelliana si sono appropriati dell'area. Invito il nuovo governo cittadino paladino della legalità a vigilare sull'operato della concessione e soprattutto a ripristinare il passaggio. E' un tratto storico per tanti tifosi cassinati. Grazie!"